Pescarenico è un quartiere di Lecco, reso famoso da Alessandro Manzoni

nel romanzo "I Promessi sposi". Dalle sue sponde Lucia si allontana in

barca, per sottrarsi alle mire di Don Rodrigo.

Da “I Promessi Sposi” - Il convento di Pescarenico: Il sole non era ancor

tutto apparso sull’orizzonte, quando padre Cristoforo uscì dal suo convento

di Pescarenico, per salire alla casetta dove era aspettato. E’ Pescarenico

una terricciola, sulla riva sinistra dell’Adda, o vogliam dire del lago, poco

discosto dal ponte: un gruppetto di case, abitate la più parte da pescatori, e addobbate qua e là di

tramagli e di reti tese ad asciugare.

Il borgo nasce come comunità di pescatori ed ancora oggi alcuni abitanti del rione svolgono l'attività di

pesca sul lago. In questa caratteristica posizione nasceva nei primi del '900 la locanda " Vecchia

Pescarenico", che diverrà solo in seguito trattoria.

 

     

 

Convento di Pescarenico

 

Riva dell'Adda e barca di "Lucia"

 

Riva dei Pescatori

 

Loggia su Piazza Era